Dic 14

#TBT Akon per anni si è preso gioco di noi

Akon non si fa sentire da un po’ di tempo, o meglio, si fa sentire meno del solito. Per anni è stato il re dei featuring, sfornando singoli in collaborazione con artisti provenienti da ogni angolo del Mondo.

Indimenticabile il brano “Chamak Challo” in cui canta in indiano in un film di Bollywood.

Ma oggi non parliamo di musica. Parleremo delle bugie (a fin di bene) che per anni ha raccontato. Alla fine le menzogne vengono a galla, ed ora vi svelerò tutto.

La paura nei suoi occhi…

Partiamo dal presupposto che appena arrivato negli Stati Uniti si è spacciato per un principe africano cavalcando l’onda della popolarità de “Il principe cerca moglie”.

In giovane età ha mentito sulle sue doti da parrucchiere per poter lavorare durante i weekend nel barber shop  del suo quartiere. Conseguenza? Un cliente con l’orecchio tagliato e lui licenziato.

Crescendo ci si sarebbe potuto aspettare che la sua fantasia diminuisse, ma non è stato così, come quella volta che allo show di Ellen DeGeneres ha affermato di chiamarsi “Alioune Damala Bouga Time Bongo Puru Nacka Lu Lu Lu Badara Akon Thiam”

Uvuvwevwevwe Onyetenywvwe Ugwemubwem Ossas è nulla in confronto…

La vita di Akon rimane piuttosto nebulosa, come del resto la sua età, e probabilmente ci tiene tante altre cose nascoste.

Però non dimentichiamoci che è giovedì e dobbiamo spolverare qualche canzone che non ascoltiamo da un po’. Dato che siamo in tema oggi sarà di Akon

Sperando che non se la sia presa per queste mie rivelazioni, vi saluto e vi do appuntamento a settimana prossima 😉

pdsock

Aggiungi un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *