Dic 07

#TBT quando Coez era ancora nei Brokenspeakers

Come forse sapete il 2017 è stato l’anno di Coez. “Faccio Casino” , se non il migliore, è uno dei migliori album dell’anno e, per chiudere con il botto questa annata, Silvano è salito a Milano facendo 3 date sold out.

Un successo che era nell’aria dato che spacca i culi da sempre, ma che forse non si sarebbe immaginato una decina d’anni fa.

Tutto ebbe inizio per le strade di Roma, quando una banda di pischelletti amanti della musica e del writing crearono un collettivo con l’obbiettivo di tirare giù i vostri impianti audio: i Brokenspeakes. I membri erano: Lucci, Hube, Nicco, Franz, Ford 78, Sine, Ceffo e lo stesso Coez.

Un approccio più tradizionale al rap, che nonostante ciò ha sempre avuto le sue peculiarità, come potete ascoltare qui sotto:

Di anni ne sono passati, nel mentre Coez ha sfornato da solista gli album “Figlio di nessuno”, “Non erano fiori”, “Niente che non va”, giungendo a “Faccio un casino”.

Una crescita che l’ha portato a scalare tutte le classifiche mantenendo sempre il rispetto di tutti i suoi colleghi rappers, in barba alle grandi case discografiche.

Perciò bravo Silvano, te lo sei meritato. Ora riposati che dopo la terza data all’Alcatraz ti ho visto un po’ sciupato.

Noi ci becchiamo settimana prossima, sempre con #TBT 😉

pdsock

Aggiungi un commento a questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *